domenica 10 giugno 2018

Leggere ... volare ... vivere!#56 - Il silenzio addosso


SimoCoppero

Nuova collaborazione con Edizioni Convalle, che seguo da tempo e di cui ho già scritto sul qui sul blog le mie impressioni sul libro di Stefano Gilardini. Oggi vi parlo de Il silenzio addosso di Stefania Convalle, autrice e pilastro portante della casa editrice. 
Ammetto che dal primo momento in cui ho visto la copertina del libro ne sono rimasta attratta tanto da “chiamarmi”. Libro di una dolcezza disarmante, di spaccati di vita che sembrano irrecuperabili come la morte di un figlio (non è uno spoiler, perché trovate tutto nelle prime pagine), ma da qui partono intrecci di storie di personaggi, di vite vissute, perse, ritrovate, smarrite, o lasciate a sedimentare su un binario morto in attesa che qualcosa ci scuota e ci risvegli.
Chiara, spersa nel dolore, nella voglia di non vivere, nella speranza di non svegliarsi il mattino successivo, che fatica a riprendere una dimensione nella routine giornaliera, è il personaggio centrale da cui tutto parte e si evolve. Poi c’è Giulia, altro cardine del racconto, una persona di carattere, battagliera, ma estremamente sola. 
Quanto ho amato Giulia, quanto mi sono ritrovata in Giulia. Sono tanti gli abitanti di queste pagine, ma non voglio anticiparvi nulla, per non togliervi la gioia di scoprire la dolcezza, la musica danzante che le parole vi susciteranno leggendo questo libro.
Una scrittura poetica, un piuma che scende per posarsi, una speranza di luce per ogni anima, da quelle più buie a quelle più colorate, perché la vita toglie e dà senza annunciare.


Non potete che rimanere senza parole davanti al silenzio che viene descritto, perché il silenzio può voler dire tante cose, ma spesso dice più di tante parole, parole tristi, parole gioiose, il silenzio è fatto di sguardi , di sogni, di aspettative, di dolore, e in questo racconto è più forte di ogni altro personaggio.
Storie di vita che si intrecciano e che portano non si sa dove, ma che aiutano a superare la notte, dove spesso il silenzio è assordante, dove la razionalità e magari anche la follia la fanno da padroni.
Leggetelo avvolti dal silenzio, vi darà sicuramente di più. Grazie Stefania.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...