venerdì 31 agosto 2012

Vittima dei libri. E contenta di esserlo!

Giorni fa, su Facebook, ho visto questa immagine pubblicata in una pagina dedicata allo scambio di consigli di lettura. La frase mi ha fatto sorridere, oltre che annuire ad ogni parola. I libri sono davvero una droga in rilegatura pesante, che non fa correre rischi di overdose e che rende felici le sue “vittime”. All’antica, io ho parlato di “furore” di aver libri, dal titolo di quel testo del Settecento italiano che non smette mai di affascinarmi. E’ qui vicino a me sulla mia scrivania, tranquillo. Non mi ha ancora detto tutto, però, di quello che contiene. Non certo perché non si lasci aprire e leggere…ma c’è qualcosa di non detto, in questo libro, che mi spinge a cercarlo come se fosse l’oggetto di una caccia al tesoro. Forse è solo l’effetto della droga di libri che si rilascia nell’organismo. Quell’impulso a leggere scavando nelle frasi, quasi a cogliere quello che c’è sotto. Ogni tanto, quando chiudo un libro dopo averlo letto o anche solo per far riposare un po’ la vista (poco, non possiamo perder tanto tempo a far nulla, J), mi soffermo su una frase, una scena, un capitolo che ancora mi ballano in mente, chiedendo all’autore: cosa volevi davvero dire? Cosa ti ha spinto a scrivere così, di questo argomento? Faccio un “viaggio” anch’io, anche se con la mente, nel puro campo delle ipotesi più sparate, e senza l’effetto deleterio di sostanze estranee iniettate, sniffate, inghiottite.  Quanto mi piacerebbe che questo tipo di “droga”, fatta di rilegature di carta e cartone di forme e colori vari, che tengono insieme fogli scritti in tutte le lingue del mondo, venduta agli angoli delle strade, si diffondesse a macchia d’olio. Potremmo sentire parlare di grandi concentrazioni di “librina pura” consegnati, e non più sequestrati , dalle Forze dell’Ordine, a centinaia di giovani e non giovani che, sotto i loro effetti, diventerebbero più colti, più calmi, più sapienti, più riflessivi. Nessun rischio di overdose, nessuna degradazione fisica o spirituale, nessuna morte assurda. Utopia pura e anche spinta, vero? Non importa: non si può ancora dire se un giorno si avvererà o meno. Anche un Presidente nero alla Casa Bianca era pura fantascienza fino a qualche tempo fa...:-) 

4 commenti:

  1. un libro non è un oggetto inanimato, muta con il tempo , con le stagioni, clon gli stati d'animo di chi lo legge e di chi se lo tiene vicino.
    E più lo senti vicino piu cresce e si sevolve ocn te.
    Al confronto di certi libri "vivi" tutto il chiacchericcio isterico di facebook e compagni , pare cosa morta e vuota.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di rileggere un libro, soprattutto a distanza di anni e di esperienze, è che riesce a dirti cose nuove, anche se le parole e le costruzioni grammaticali non si sono mosse di un millimetro.

      Elimina
  2. Vittima consenziente e felice? Presente!
    Sai che sto pensando da tempo al lettore e-book: sarebbe comodo nelle trasferte, anche quelle ambulatoriali. Ma, ma, ma…sì, c’è sempre un “ma”. Le macchine sono utili, ma sono sempre macchine e dopo l’incidente del mio vecchio pc (che tanto vecchio non era: appena 4 anni, grrrrrrrrrr – no, non ti allarmare è un rigurgito di insofferenza e “tecno-allergia”), ho deciso ancora di rimandare. Quando mi “tireranno dietro” un lettore e-book, allora forse farò lo sforzo. Nel frattempo continuerò ad immergermi in quei mondi meravigliosi più che tridimensionali. Sì, perché c’è qualcosa che una macchina non potrà mai fare: sollevare e far danzare anima, fantasia, intelligenza…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho provato qualcosa di simile ad un lettore e-book. Bello, comodo, sicuramente. Però. Io continuo a preferire il peso e la forma di un libro fisico. E io sono una fanatica della tecnologia, e adoro l'idea di portarmi in borsa un rettangolo di metallo e cristalli liquidi che pesa meno di un kg, in grado di immagazzinare centinaia (sì, centinaia) di e-book. Sì sì. Il conforto che arriva dal tocco di una pagina di libro, però, rimane ineguagliato.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...