martedì 5 agosto 2014

Luna di Luxor - Guest Post#12

Dopo aver letto Ragazze Mancine, ho deciso di leggere il primo romanzo di Stefania Bertola.
I personaggi, talvolta molto strambi, si fanno amare ed odiare fin da subito; scorrevole e frizzante, è una buona compagnia per potersi estraniare dal mondo per qualche ora.
Ambientato prevalentemente in un lussuoso castello/palazzo toscano e poi in una sfarzosa tenuta scozzese, troviamo Miranda, la protagonista principale della nostra storia, alle prese con un Gossip, proprio a lettere maiuscole,  da accertare e recensire, per poter essere assunta dalla rivista più alla moda del momento.
Come sempre ci saranno intoppi, vicissitudini, intrighi, tradimenti, scambi e sparatorie.
Il finale però mi ha lasciato un po’ a bocca asciutta, con la speranza che girando la pagina il romanzo non fosse finito.
Volendo paragonare i due titoli, nella Luna di luxor il racconto in certi punti pare slegato, come se di colpo si stesse leggendo un’altra trama, cosa mai riscontrata divorando Ragazze mancine.

Dal 1989 al 2013 di tempo ne è passato, i miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti quelli che per un motivo o per l’altro si sono imbattuti nella serie di romanzi, quindi non ci rimane che aspettare il prossimo libro; io nel frattempo colmo le lacune con gli altri suoi titoli che mi mancavano, voi se volete saperne qualcosa in più entrate nel blog e leggete le recensioni della nostra Loredana.

In effetti, e qui aggiungo la mia voce, questo romanzo di Stefania Bertola ha qualcosa di incompiuto, di grezzo. Tuttavia, si vedono già le premesse di tutte le eroine dei futuri libri. Ragazze "folli", completamente immerse in un loro mondo in cui sono le eroine che agiscono seguendo la propria testa o il cuore, trascurando il dettaglio di uniformarsi al buon senso imperante. Del resto, perché farlo? Il buon senso, talvolta, suona così opprimente e "normale", da far desiderare davvero di rifuggirlo, aggirarlo, se non infrangerlo, addirittura. E' un romanzo divertente, in ogni caso, dove le situazioni assurde e il modo di reagire dei personaggi, altrettanto assurdo, allieta e distrae. 


4 commenti:

  1. Letture particolari le tue, interessante. Bella la rubrica Letture collaterali. Ti seguo e ti aspetto da me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Verrò con piacere a trovarti, quanto prima!

      Elimina
  2. Io ho letto un paio di romanzi più recenti; da come descrivi questo, effettivamente la Bertola è “cresciuta”…tanto che ho prestato “A neve ferma” ad alcune amiche, che si sono divertite quanto me!
    Bella la definizione “ragazze folli”, rende bene l’idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica definizione che mi viene in mente da attribuire alle ragazze della Bertola...:-D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...