venerdì 24 maggio 2013

Major League Reading – Un campionato di letture...


Era da diverso tempo che non mi lasciavo più colpire da un’immagine pescata nel mio calderone preferito, Facebook. Nello specifico, nella pagina di Book Riot, dedicata al mondo dei libri, dei lettori e dell’editoria in generale. Conosco la Major League solo dai film americani, e da qualche servizio specializzato sul mondo sportivo americano. Cercando in rete, ho leggiucchiato qualche definizione più precisa di Major League, trovando anche il logo originario. E mi è venuto da sorridere ancora di più, se lo confronto con quello ideato per la "Book League". Non so se esista, ma potrebbe essere una bella idea. Un campionato di lettori, di libri, di letture, a seconda di cosa si voglia privilegiare. Ci sono diverse gare in giro per i siti dedicati ai libri, nei blog letterari, diverse sfide,come quella di GoodReads cui sto partecipando anch’io,
Il logo "vero" della Major League, ma di Baseball.
quella di leggere un tot di libri in un anno. Oppure ci sono le sfide che spingono a leggere un classico al mese, o i gruppi di lettura che si concentrano su un titolo per volta, per poi parlarne e sviscerarlo. Ma di un vero e proprio “campionato” non si è ancora parlato. O almeno, non ne sono ancora venuta a conoscenza. Non sarebbe ora di pensarci? ^___^
I nuovi social network e i nuovi strumenti tecnologici (smartphone e tablet, soprattutto) ci permettono di stare collegati 24h al giorno, 7 giorni su 7, se lo desideriamo, e con tutto il mondo. La notte bianca dei lettori, per esempio, è aperta a tutta la Rete, e senza Facebook sarebbe stata un po’ più macchinosa da organizzare e da far conoscere. Una Major League di lettori/letture potrebbe essere il passo successivo...

6 commenti:

  1. mhm, non mi convince. spesso ho sentito di gente che partecipa a gruppi di lettura o cose simili io mi sono sempre sentita un po' a disagio già solo con l'idea perchè credo molto nel "momento" in cui un libro è da leggere o meno. Di solito scelgo un libro da leggere non semplicemente spuntando un nome da una lista ma tenenedo in considerazione quanto quel libro possa essere adatto a me in quel momento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti convince il campionato di lettura? In effetti, era un'idea strampalata che mi è venuta guardando l'immagine. Chi l'ha creata, con tutta probabilità, stava pensando a tutt'altro.
      Io non ho mai fatto parte di gruppi di lettura. Sono una lettrice solitaria, in coerenza con la mia natura "orsa". Compro e leggo i libri "ascoltandoli": se in quel momento agganciano la mia attenzione o il mio bisogno, procedo, altrimenti passo il turno. Prima o poi, verrà il momento adatto. Tuttavia, provare a entrare in un gruppo di lettura era un'esperienza che volevo fare, per capire cosa provo a scambiare opinioni su un libro letto in comune. Ogni tanto, complice il mio essere solitaria, mi convinco che un libro letto debba essere soltanto "mio". Altro concetto strampalato, ma i lettori furiosi tendono a sviluppare anche bizzarrie di vario genere. :-)

      Elimina
  2. Secondo me sarebbe una bella idea! E' vero che quando leggi un libro senti che come non lo hai capito tu o come lo hai assaporato tu non l'ha fatto nessun altro, in realtà non è così! Confrontarsi con gli altri a volte ti apre un mondo di idee e possibilità a cui non avresti mai pensato!! Anche se tu definisci un'idea strampalata il campionato di lettura, io lo appoggerei!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Allora devo iniziare a pensarci...e a cercare. Magari in rete esiste già qualcosa del genere. :-)

      Elimina
  3. Interessante e sembra un'ottima idea, ma preferisco leggere da sola, per rilassarmi =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) In fondo, è la modalità che preferisco anch'io.
      Gustarsi un libro in solitudine mi riconcilia con il mondo.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...