venerdì 21 luglio 2017

L'Angolo Furioso di Belgravia#4 - Piero Ferrero - La verità nascosta

LoreGasp

Ieri, giovedì 20 luglio, presso la Libreria Belgravia di Torino, il dott. Piero Ferrero ha presentato il suo libro La verità nascosta, edito da Erickson LIVE. Torinese prestato al Trentino Alto Adige dal 2005, è uno psicologo e psicoterapeuta di lunga esperienza, con moltissimi articoli e pubblicazioni al suo attivo. Fondatore dell’associazione Gli Amici, nel 1986, nata con lo scopo di affiancare alla psicoterapia iniziative ed eventi di aggregazione e di cultura, ha sentito da subito il fortissimo impulso a scrivere.
Se volete conoscerlo, ecco il suo sito da visitare.
All’inizio si è trattato di un pubblico di nicchia, come i suoi colleghi, poiché le sue pubblicazioni mostravano un taglio molto tecnico e specializzato, soprattutto clinico.

A partire dall’anno 2000, in avanti, si è fatto più forte il desiderio di diffondere il suo messaggio verso altri lettori che non avessero necessariamente la preparazione scientifica o molto avanzata dei suoi colleghi psicologi e psicoterapeuti, ma che mostrassero il desiderio di accostarsi ad un altro modo di vedere se stessi, il mondo, i rapporti con gli altri, senza infilarsi necessariamente in un discorso clinico e magari un po’ distaccato.

La forma preferita e più agevole per la lettura e il commento, per uno “scrittore” tecnico, come uno psicologo o psicoterapeuta, è l’articolo. La verità nascosta è un percorso di vita concretizzato in forma di libro, che si snoda attraverso un determinato numero di articoli, dedicati ciascuno ad un argomento preciso, come il bene, il male, la relazione, la consapevolezza, il rapporto con se stessi.
Ognuno di questi parte da uno spunto reale: la lunga esperienza e interazione dello psicoterapeuta con i suoi pazienti non ha mai mancato di fornirgli grandi spunti di riflessione, che vengono poi sviluppati nell’articolo trasformato in capitolo, arricchiti da contributi di diversa provenienza. Il pensiero religioso, la letteratura specializzata, i film, o la narrativa (che ha sempre profonde radici nella realtà umana) sono alcuni dei grandi serbatoi da cui attingere il sostegno alla tesi esposta nel capitolo in esame.

Essendo l’autore uno psicoterapeuta, per cui un esperto di alto livello nel campo d’azione della mente e dell’interiorità, potremmo essere tentati di sentirci in soggezione di fronte alle sue parole, o di temere di non comprenderle. Niente di tutto questo.

Il dott. Ferrero ha fatto dell’ascolto e dell’andare incontro all’altro il suo stile di vita e di conseguenza, di scrittura. I temi da lui affrontati in questo non-libro (un altro della mia sempre più lunga collezione, sì) non sono nient’affatto banali o facili da esporre in poche righe e parole informali, e richiedono attenzione, cura, delicatezza e anche molta chiarezza. Ed è la preoccupazione principale che lo spinge a usare un linguaggio elevato, ma molto comprensibile, arricchito di qualche termine tecnico perché un sinonimo più corrente non sarebbe stato all’altezza espressiva, e a corredare il libro di un utilissimo glossario, che provvede a dissipare ogni dubbio.

Inoltre, come ho detto prima, questo volume, disponibile anche in formato elettronico, è stato pensato per essere usato al di fuori dei circuiti specializzati. E’ stato creato per farsi avvicinare da quelle menti alla ricerca di una via concreta per arrivare a se stessi, quando sentono di essere pronti a farlo. Ha un intento pratico, divulgativo, che vuole giungere al cuore e alla verità nascosta di ognuno di noi.
Non fatevi fuorviare dal titolo, La verità nascosta, pensando che sia qualcosa troppo al di sopra delle vostre forze. All’inizio del libro, viene riportata una bellissima leggenda indù, in cui gli dei chiedono a Brahma dove poter nascondere la potenza divina di cui erano dotati gli uomini, colpevoli di non saperla usare senza commettere crimini o abusi. Ciascuno di loro propose un luogo della terra, del cielo, del mare, e di altri universi, ma nessuno si rivelava adatto. Brahma fu l’unico a trovare il nascondiglio adatto.

Quale?


Vi dò un indizio. E’ lo stesso posto in cui si trova La verità nascosta, talmente in bella vista, da essere invisibile agli occhi… e l'ultimo posto in cui gli uomini guardano.

2 commenti:

  1. ti faccio rispondere da un personaggio del Piccolo Principe:
    l'essenziale è invisibile agli occhi...

    è tutto lì.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...