domenica 5 maggio 2013

La governante del Dr. Jekyll – Stessa storia, un altro punto di vista.


Qualche giorno fa, prima del periodo Shakespeare, si è verificata nella mia mente una di quelle associazioni di pensieri che, da un semplice stimolo mi portano poi a scrivere dei post. Il punto di partenza era il contrasto tra bene e male. La prima associazione di idee è stata lo strano caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde, romanzo molto noto di Robert Louis Stevenson, scritto nel 1886, che si studia solitamente a scuola. Il secondo anello della catena è stato un film del 1995, Dr Jekyll e Miss Hyde, di cui ho potuto guardare solamente il trailer. In questa versione, lo scienziato che soffre di scissione è un discendente del famoso Dr Jekyll; dopo aver scoperto un suo scritto, ripete l’esperimento facendo uscire il suo alter ego Hyde, che però, a differenza di quanto accadeva al celebre avo, parla con un timbro più alto e porta gonne e tacchi. L’associazione di idee va ancora avanti, andando a ripescare un romanzo del 1990, La governante del Dr Jekyll, di Valerie Martin. Per quanto sembri innocuo, questo titolo mi è sempre risuonato sinistro. Quando ho cominciato a leggerlo, mi sono resa conto che l’inquietudine che avvertivo nel titolo correva nell’atmosfera della bella casa vittoriana del Dottor Jekyll, nello stesso Dottor Jekyll (anche quando rimaneva Jekyll) e nella voce narrante del libro, Mary Reilly, giovane cameriera. Come Miranda di Amanda Miranda, anche Mary Reilly è nuova nella casa del Dottor Jekyll, ma a differenza sua, è una cameriera esperta e con referenze. Giovane, ma composta, capace, grandissima lavoratrice, posata. Tuttavia, sentiamo una nota stonata in lei già dalle prime pagine: c’è qualcosa che vibra sotto quell’apparenza calma, di persona che ha imparato a stare al proprio posto. E per i tempi in cui viveva, questa era una caratteristica importante e molto apprezzata. Essenzialmente, la trama è quella inventata da Robert Louis Stevenson un secolo prima. Il Dottor Jekyll è uno scienziato filantropo apprezzato, benestante e aperto, di idee progressiste, ben disposto verso il suo prossimo, forse un po’ eccentrico. Attirato dalle infinite sfaccettature dell’animo umano, si lancia in una serie di esperimenti, volti ad approfondirne la conoscenza, che porteranno alla sua trasformazione in Mr Hyde, una creatura giovane, vitale, ma profondamente malvagia e dedita solo al perseguimento del proprio piacere e benessere. Hyde si macchierà di crimini, Jekyll si sforzerà di tenerlo sotto controllo, ma l’oscillazione continua tra i poli della sua stessa anima lo indeboliranno vieppiù, fino a portarlo alla morte. Con Stevenson, avevamo un punto di vista unico sulla vicenda, sebbene scisso in due. Con Valerie Martin, ne abbiamo un terzo: più lontano, filtrato dal carattere e dalle capacità di osservazione della quieta ma attenta Mary Reilly.

12 commenti:

  1. Lasciamo perdere i tacchi a spillo (le mie associazioni d’idee vanno a Miguel Bosé…), ma questo post ha smosso qualcosa che non riuscivo a recuperare. Poi qualcosa è emerso: è probabile che lo abbia letto, ma sono sicura di avere visto il film: c’è una scena abbastanza “schifida” di Mary Reilly in cucina che decapita un’anguilla, brrrrrr!
    Aspetto il prossimo post, magari emergono particolari un po’ meno obbrobriosi ed un po’ più pertinenti…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e Tacchi a spillo con quel strepitoso Bosé è già una bella associazione. :-D
      Forse te l'ho prestato, in quella vita lontana della nostra adolescenza giovane. In effetti, nel film c'è quella scena dell'anguilla, che però manca nel libro. Uno dei prossimi post tratterà proprio del film, che non ha rispettato granché il libro, tranne nel personaggio principale, interpretato da John Malkovich. Quell'uomo è inquietante anche quando siede a tavola e chiede cortesemente che gli venga passato il sale.

      Elimina
    2. ...è inquietante anche (soprattutto!) silenzioso, brrrrrr

      Elimina
  2. questo romanzo mi ha sempre incuriosito, devo riuscire a leggerlo! ho provato a cercare il libro di cui parli, ma su amazon non è disponibile mannaggia :/
    mi ricordo che quando andavo al liceo il professore ci aveva fatto un film su dr jekyll, che mi era piaciuto, ma non siamo riusciti a vedere la fine...e non so neanche come si chiamava il film! T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai una biblioteca vicino, è molto facile che trovi lì Lo strano caso del Dr Jekyll e Mr Hyde, perché è diventato un classico. Per quanto sia famoso, quando si nomina Stevenson si pensa subito all'Isola del tesoro, e poi dopo a Dr Jekyll e Mr Hyde. Sembra un paradosso, vero?
      Ti ricordi qualcuno degli attori del film?

      Elimina
  3. Ciao! Ma dai non sapevo avessero fatto anche questa versione...Interessante! Ho messo mi piace alla pagina...come faccio però a seguirti con GFC?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ops! Bella domanda: mi "informo" e ti faccio sapere. In ogni caso, se segui la mia Pagina, sarai informata di tutto. :-)

      Elimina
  4. bellissimo leggerti ti ho appena scoperta e ti seguo con molto piacere

    RispondiElimina
  5. Ho appena terminato questo libro e sono finita qui per caso, cercando notizie su questo romanzo. Questo blog è stata proprio una bella scoperta, vi seguirò volentieri! Un caro saluto, Annarita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Annarita, benvenuta tra noi. Sarà un piacere averti su queste pagine...a presto!

      Elimina
  6. Se cerchi la qualità devi guardare nella giusta direzione. Prova telefono fisso scarpa tacco a spillo. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ4MDU1MDA5NSwwMTAwMDA4Myx0ZWxlZm9uby1maXNzby1zY2FycGEtdGFjY28tYS1zcGlsbG8uaHRtbCwyMDE2MTIyOCxvaw==

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...