sabato 24 gennaio 2015

Piacere, io sono Gauss - Guest Post#21

Anche questa volta ho deciso di perdermi nel mondo dei bambini. Quello che vi sto presentando è uno spassosissimo libro scritto da un quasi adolescente. Un libro per adulti che prendendoci per mano, ci fa attraversare la vita di un bambino con tutte le sue gioie e i suoi dolori, le sue salite e le sue discese, i momenti tristi e quelli felici.
Gauss è un bambino come tanti, che vive con la mamma, la nonna e la sorella maggiore, ma ha un problema che nessuna delle tre donne vuole aiutarlo a risolvere: rivelargli chi sia il suo vero padre biologico.
Partendo dal compito scolastico assegnato agli alunni "scrivi il tuo albero genealogico" iniziamo il nostro percorso nella vita del piccolo Gauss. I litigi in casa, i giochi con i compagni, la sua grande amica Azzurra.
Allegria e commozione altalenanti scorrendo le righe e girando le pagine ... sì, ammetto che mi sono anche scese le lacrimucce.
Raccontato in prima persona, mette in riga il mondo degli adulti con una semplicità disarmante che solo l'ingenuità e l'arguzia di un bambino possono fare. Il racconto di Gauss fa capire quanto la vita sia una cosa bella da vivere con semplicità .
Un fanciullo disposto a tutto per arrivare al suo obiettivo e, come scrive qualcuno, i suoi principali nemici nella vita sono l'ipocrisia e l'inadeguatezza degli adulti ad affrontare quanto di più semplice possa esistere: la realtà.

Leggete questo libro senza aspettarvi nulla, senza analizzarlo; percepitelo, gustatelo e amatelo con semplicità, quasi fosse una boccata di ossigeno: Silvia Tesio sarà brava a farvi capire il perché di questo racconto. Grazie alla mia amica Abbru per aver messo questo libro tra le mie mani e grazie tante anche a Gauss.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...