sabato 6 ottobre 2018

Mariapaola Perucca – Rivelazioni incrociate – L’invito del cruciverba

LoreGasp


Mariapaola Perucca: la conoscete poiché è titolare della casa editrice Spunto Edizioni di Buttigliera Alta, nella valle di Susa che si allunga poco fuori Torino, verso nord, la Sacra di San Michele. I libri del suo catalogo (www.spunto.info) offrono storie belle, originali, dense, curate, così come altrettanto curato è l’aspetto dei volumi, stampati con qualità e con copertine sempre allettanti e seducenti. Se mi soffermo a pensare, la rispecchiano in pieno.
Li avete visti passare spessissimo nel blog, soprattutto grazie alle recensioni di Simona, di cui è molto amica.
Se con il suo catalogo editoriale abbiamo imparato a conoscere l’aspetto lavorativo e culturale di Mariapaola, con il suo romanzo Rivelazioni incrociate, uscito il 5 ottobre, ci addentriamo nel suo mondo interiore. Mi viene da pensare che non è nemmeno una piccola parte di quello che c’è ancora da esplorare, e del resto questo è l’ultimo romanzo di Mariapaola. Andate a ritrovare gli altri: La casa di Linda e Inconsapevole erede.

Ora siamo alle Rivelazioni incrociate: se vi aspettate folgorazioni sulla via di Damasco, o colpi di scena all’americana di esposizioni di identità varie (Luke, sono tuo padre! Tanto per capirci), siete su una strada diversa e più movimentata.

Qui, in questo romanzo siete lo stesso in movimento, ma dentro voi stessi, soprattutto. Percorrerete delle tappe (guardate l’indice e i titoli dei capitoli) di un viaggio in cui scoprirete, vi meraviglierete e vorrete saperne di più.

Non siete soli, qui. Mariapaola vi affianca, oltre alla sua voce, due giovanissimi protagonisti, e le loro famiglie: Giorgio e Stefania, grandi amici, studenti universitari di architettura del paesaggio (bellissimo indirizzo, questo), che vivono ad Avigliana, grosso centro importante della Valle di Susa. Giorgio è un ragazzo riflessivo, d’altri tempi. Studioso, rispettoso, amante del divertimento com’è tipico della sua età, ma con una testa matura e da grande ricercatore. È un ricercatore, Giorgio. Ricerca i significati di se stesso, della sua vita, del mondo che lo circonda. Si può dire che cerchi IL significato principale, quello che prima o poi arriva a bussare alle porte di tutti, soprattutto dei più sensibili, di coloro che non si accontentano: qual è il significato della vita?

Un bell’interrogativo, vero? Intere schiere di esseri umani, nel corso del tempo, si sono posti la stessa domanda, dando ciascuno una risposta, quando credevano di individuarla. E ne abbiamo anche traccia, nelle innumerevoli righe di trattati di filosofia, di libri sacri, di preghiere, in tutte le lingue e in tutti i paesi del mondo.

Giorgio è in cerca della sua risposta, e s’imbarca nella ricerca a suo modo: un modo anche piuttosto originale e molto creativo. All’edicola di Alpignano, il sorridente proprietario di nome Marco, gli offre una rivista di cruciverba, Enigma, dicendogli che potrebbe ricevere un aiuto inaspettato proprio dal gioco. Sorpreso, leggermente scettico ma molto attratto, Giorgio apre la rivista e comincia a compilare il cruciverba. Ed è lo stesso schema che trovate anche voi nel libro, quando lo aprite, perciò… guardatelo bene. Non oltrepassatelo come se fosse solo una graziosa immagine originale da trovare in un romanzo. Quel cruciverba è la chiave, il sentiero e la porta della ricerca.

Giorgio comincia a compilarlo e si ritrova… a sognare. Sogni inconsueti, anche un po’ inquietanti per la nitidezza e per le situazioni in cui si trova a vivere. E la sua inquietudine (e al tempo stesso il suo desiderio di conoscere) si accresce leggermente, quando scopre che anche Stefania, la sua grande amica, fa sogni speculari ai suoi, in contemporanea. Cosa sta capitando?

Qualcosa di meraviglioso, ve l’anticipo. Non andrò oltre nella trama, dicendovi solo che da questo punto in avanti diventa sempre più allettante e ricca. Seguiamo Giorgio e Stefania nell’esplorazione di questo mondo di sogni, ma anche in quello reale, concreto, delle loro vite: nelle loro gioie, nelle loro paure e nei loro piccoli e grandi nodi che ancora impacciano i loro cammini, e che chiedono di essere guardati per essere sciolti. Un grande e spazioso viaggio che coinvolgerà anche le loro famiglie: Federico, il fratello di Giorgio, adolescente vittima dei suoi tormenti dopo la perdita del nonno, il padre di Stefania, che riesce a riavvicinarsi alla figlia che non lo ha perdonato per le sue scelte pesanti.

Vi troverete accompagnati in questo viaggio con gentilezza, creatività e discrezione, che sono tratti distintivi di Mariapaola, che per questo libro ha concesso la riproduzione di acqueforti opera dell’artista Mario Perucca, suo padre.

Venite da questa parte, cominciamo. Portatevi dietro il cruciverba: non vorrete dimenticare di guardarlo una volta che l’avrete risolto, vero? J
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...