domenica 12 maggio 2013

Il Salone del Libro 2013 – L’apoteosi della “furia” del libro!


Ci siamo.  Inizia una settimana importante, per gli adoratori furiosi dei libri. In realtà, la parte più importante della settimana inizia da giovedì 16 maggio, giorno di apertura, e va fino a domenica 19. Questa è la ventiseiesima edizione, dedicata al Cile con tema “La creatività”, come si può leggere qui, sul sito apposito.  Non ho letto il programma, non mi sono soffermata sulle conferenze, non m’interessano granché gli ospiti, italiani e stranieri. Distrattamente, ho letto che uno dei nostri ministri presenterà il suo libro dedicato a Charles De Gaulle, personaggio interessante e controverso della nostra storia umana. Quello che mi attira davvero sono i libri. E’ da parecchio tempo che manco dal Salone; per evitare la bancarotta, la ressa per me poco sostenibile, e una certa sensazione di disagio, mi sono astenuta dal frequentarlo. Quest’anno, le cose sono cambiate. L’aver aperto un blog di libri e la lontananza dall’ambiente mi ha fatto nascere una certa curiosità, che non sapevo se ascoltare fino in fondo o no. La mia amica Marzia, l’altra lettrice “furiosa” per eccellenza di questo blog, mi ha parlato dell’argomento #Salone del Libro, e la decisione è stata presa. Andiamo. Del resto, nel 1988, andammo insieme alla primissima edizione dello stesso, che non si teneva ancora al Lingotto, ma in uno spazio considerevolmente più piccolo. Torino Esposizioni, ma ugualmente ripieno di libri. Ero felice e stupita che anche Torino potesse ospitare un evento così straordinario dedicato ai libri, dopo la famosissima Buchmesse di Francoforte, che avrei conosciuto diversi anni più tardi. Sono impaziente di ritornare, sempre più.

E ora, la parola a Marzia:

Lo gnomo sulla “torpedo blu” all’arrembaggio: le scorrerie di una lettrice accanita al Salone del Libro

…lista pronta, ruote gonfie, borse capienti… ed un minimo di faccia tosta per chiedere con occhioni languidi da cocker: “uno sconticino?”
E l’avventura inizia!
Obiettivo: fare incetta di tutta la carta stampata possibile, senza discriminazioni di colori, formati, caratteri, argomenti. Conferenze&C. non mi attirano. Neanche le presentazioni dei libri: lascio che i libri “si presentino” da soli (sono già abbastanza persuasivi)…

A dire il vero, l’avventura del Salone inizia molto prima di maggio. È un evento che preparo con cura di anno in anno.
Anni fa mi “accontentavo” di visitare parecchie librerie, sfogliare cataloghi, scambiare pareri con altri amici “furiosi”. Poi ho avuto una connessione internet, ho scoperto i blog sui libri J e le mie liste si allungano…

Dunque, la lista.
Ebbene sì, la lista è necessaria.
Un lettore accanito non può andare al Salone impreparato. Sarebbe un Ulisse in mezzo alle sirene, pronto a tuffarsi famelico e sprovveduto in un oceano di carta, tra cori dolcissimi “sono qua, tutto da sfogliare, leggere, divorare: PRENDIMI!”… ammettiamolo: noi comuni mortali non abbiamo una cassaforte piena ed i libri sono un investimento costoso.

Aggrappata alla mia lista, finalmente Loredana può caricarmi sulla torpedo blu per partire, pronte a tuffarci.
SIAMO PRONTE!

NB
La lista è un buon punto di partenza, ma noi lettrici furiose siamo facilmente corruttibili: un “3x2”, uno sconto speciale su una saga…;-)

18 commenti:

  1. post e blog molto interessanti complimenti ^^

    RispondiElimina
  2. vi sto invidiando troppo, quanto mi piacerebbe andarci T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...troppi impegni? :-(
      Ti faremo un resoconto completo, così ti sembrerà di essere stata con noi. :-)

      Elimina
    2. no il problema sono i soldi... essendo di Roma, Torino non è proprio dietro l'angolo :( rischierei di spendere troppo tra treno e posto per dormire, e poi non comprare nulla :(
      ma appena posso,ci devo andare assolutamente!
      Perfetto allora, aspetterò il resoconto ^_^

      Elimina
    3. E' vero, venendo da fuori diventa poi pesante...già il biglietto Torino-Roma non è così a buon prezzo.
      Allora, alle prossime edizioni...:-)

      Elimina
  3. Ciao...ma mi posso unire anche se sono passata all'ebook reader??? ^_^ !!!!
    Complimenti, mi piace molto il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio: qui accogliamo tutti i lettori, basta che siano "furiosi"! :-D Non importa se leggono libri di carta, elettronici, palmi di mano, fondi di caffè, fogli di giornale avvolti intorno alla verdura...:-D
      A me manca ancora l'e-book reader, ma solo perché non riesco a decidermi. Altrimenti, mi sarei fatta tentare molto tempo fa.

      Elimina
  4. Ciao mi piace moltissimo il tuo blog..., anche io adoro i libri...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Quando vuoi visitare e commentare, sei la benvenuta!

      Elimina
  5. Dimenticavo l’altro requisito fondamentale: NON portare la carta di credito e fissare un “non plus ultra”…

    Rama, immagina Amleto e vedrai la sottoscritta: “E-book reader or not e-book reader…”. Sto valutando la “question” da mesi, oramai. Il vero problema è la mia “tecno-imbranataggine”.

    Loredana, preparati anche fisicamente. Spingere questo gnomo che si avventa su tutto ciò che somiglia alla carta stampata sarà una vera impresa… e magari comincia ad allenarti a dire “no, quello non è il tuo genere” o “no, quello costa troppo” col tono “non-prendere.troppe-caramelle-che-ti-fanno-male”.
    Anch’io sto facendo le prove per risultare convincente con un “ma no, LO, è un twilight camuffato” o “guarda che è modello-harmony”. Anche perché se carichiamo troppo la torpedo blu, rischio di “cappottare”…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, allora niente carta di credito e il mio non plus ultra dovrà essere molto, molto limitato. Il tavolino si sta piallando a livello di pavimento, con gli ultimi acquisti.
      E' da qualche tempo che mi sto allenando a dire: "no, quello no, ti fa male", soprattutto a me stessa. Cambierò solo il destinatario, quindi...:-D
      Prometto che aprirò gli occhi sul pericolo Twilight...non dovrebbero essercene, però, se mi concentro sui cacciatori di vampiri...confido sull'enorme vastità di titoli, che mi distrarranno a sufficienza.

      Elimina
  6. allora è proprio il caso di dire:
    STIAMO ARRIVANDO!
    (Attenti ai piedi, quando sono in mezzo ai libri non vedo altro...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...andiamo bene, io vedo poco altro...
      Dopo un'ora, ne avranno abbastanza di noi e ci cacceranno fuori. E metteranno le nostre foto a imperituro monito all'entrata principale del Lingotto.

      Elimina
  7. Ti ho votata nel mio blog
    http://wp.me/p3pxgz-6N
    paroledicioccolato.wordpress.com

    RispondiElimina
  8. ciao, anch'io lettrice furiosa e nuova follower. e tanto tanto invidiosa perchè giungere a torino da quel buco di c*lo che è la sicilia è un'impresa T-T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-(
      Gli spostamenti non sono facilitati, in questo "Bel Paese". Con i nostri resoconti, potrai sentirti anche tu, là!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...