mercoledì 11 marzo 2015

Scrittori Made in Campania#2 - La dote – Una B ingombrante

Per la rubrica Scrittori Made in Campania, che va in onda su Radio Piazza Live ogni martedì sera alle 21,00 durante la bellissima trasmissione di WeekendOut, condotta dall'Ineffabile Trio, Kristina, Lucia e Giulia, ho scoperto questo libro di ghiaccio, La dote di Michele Serio. Perché lo definisco di ghiaccio? Perché è capace di descrivere situazioni horror, quello quotidiano fatto di ricatti, sopraffazioni fisiche e morali, squallore fisico e morale, con una freddezza da chirurgo consumato. E se guardiamo la storia bibliografica dell'autore, scopriamo che ha al suo attivo veri romanzi horror. E che leggeremo, naturalmente. Per ritornare a La dote, il libro è presentato in modo ingannevole: una copertina rosa, un paio di mutandine femminilmente vezzose, un cuoricino. 

E il titolo è morbido, richiama un momento abbastanza dolce (ok, dipende dai punti di vista) per la vita di una donna, ovvero quando si sposa e porta al marito un quantitativo di beni, comunemente chiamati “dote”. In questo libro, la dote è di natura particolare. E' un bene. Fisico. Si può concedere. Si porta in giro dappertutto e sarebbe impossibile non farlo. E' oggetto di innumerevoli espressioni del linguaggio, per definire un gran colpo di fortuna o un lavoro fatto davvero male, oppure per esprimere un augurio non troppo gentile a chi ci offende, o chi esprime un'opinione avversa alla nostra. Cos'è? Un lato B. Un'accoppiata di glutei particolarmente attraente, che si sviluppa dal giorno alla notte al fondo della schiena di una ragazzina piuttosto anonima, di animo semplicissimo tendente al minimale, abitante di un vico squallido della variegatissima Napoli odierna. Da un momento all'altro, dopo essere passata dalla porta stretta della pubertà, la sbiadita e invisibile Maria diventa l'oggetto del desiderio dell'intero vicolo Alabarde dove abita. Gli uomini la guardano lascivi, i ragazzi l'abbordano per strada, i professori si trasformano in vecchi satiri per lei. Un boss della camorra, e uno dei suoi sicari entrano in conflitto per lei. Ciascuno vuole impossessarsi del premio prima dell'altro, e mordere letteralmente la mela della discordia. Un effetto simile si ricordava ai tempi della bellezza leggendaria di Elena di Troia...ma il parallelo epico finisce qui. Il bel Paride si nasconde sotto le fattezze umiliate di un giovane rampollo nobiliare decaduto e disprezzato, il cavallo di Troia è una Kawasaki ipercromata e vistosa, i generali greci e troiani sono piccoli boss camorristi presuntuosi e volgari, mentre Troia...viene utilizzata spesso in altri significati. Non c'è nulla di epico, qui, ma molto di moderno e di vicino alla nostra realtà: l'invidia gelosa e bruciante di falsi amici, lo squallore morale di chi non esita a vendere esseri umani per denaro, figli e consanguinei compresi, l'assenza completa di empatia e di rispetto per i sentimenti altrui, il disprezzo e l'incomprensione per i valori umani. Tutto questo trasmesso in un linguaggio forte e deciso, ironico e piatto all'occorrenza. Consigliato per i lettori dalle spalle robuste, che non si spaventano di fronte ai lati freddi e squallidi del cuore umano.

LoreGasp

7 commenti:

  1. P.S. Quasi dimenticavo la cosa più importante Loredana, da domenica 15 Marzo e per un mese, fino al 15 Aprile al Rifugio degli Elfi http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/ ci sarà il Link Party degli Elfi ....... Sei caldamente invitata a partecipare.
    Seguendo poche semplici regole potrai fare pubblicità al tuo blog dandogli visibilità e nel contempo conoscere nuove blogger. Ti aspetto al Rifugio prossimamente.
    Buona continuazione di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! Ora me lo segno, voglio esserci!

      Elimina
    2. Benissimo Loredana - sei attesa al Rifugio, sono sicura che ti troverai bene ;-) he he he he Buona serata

      Elimina
  2. Posso partecipare anche io come aiutante di Loredana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Anzi, ci sei di default...quando il Blog Del Furore si muove, si porta dietro tutti! :-D

      Elimina
    2. Cerrto è un Link Party aperto - può partecipare ogni blogger - basta seguire quelle poche regole che saranno indicate nel post .....
      Sei la benvenuta Simona

      Elimina
    3. Ma si tratta solo di fare pubblicità al blog - non ci sono premi in palio o altre cose del genere - si festeggia tutti insieme la primavera :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...