lunedì 6 luglio 2015

La Stanza con l’Oblò – Storia d’Amore con se stessi

L’Amore la fa da padrone, in questo Blog, ultimamente. Soprattutto se è incarnato in libri intensi come questo, La Stanza con l’Oblò. Opera prima di una donna altrettanto intensa e immensa, Sandra Romanelli, che ho avuto il grandissimo onore di conoscere personalmente, è un libro d’Amore, sull’Amore, per l’Amore, con l’Amore. Non è subito riconoscibile, almeno per i cuori di granito come il mio, perché non è la storia di una coppia, o il racconto romanzato o trasformato in saggio del sentimento più nominato, odiato, incompreso, ripetuto, frainteso, esaltato, applicato del mondo interiore umano. E’ il dialogo di un’Anima che si offre totalmente in tutte le sue pieghe al lettore, tramite il racconto di mille episodi piccoli e grandi, squarci di vita interiore, come il rapporto molto particolare e delicato della protagonista con la Luna, contemplata e interpellata tramite la finestrina ad oblò della mansarda in cui si rifugia. Sono rievocazioni di episodi di vita da bambina, quando l’autrice guardava il mondo attraverso le lenti originali dei suoi grandi occhi seri e curiosi, capaci di perforare il velo di facciata delle cose per carpirne l’essenza, tenendosela un po’ stretta per sé. Non è facile la vita per le Anime come Sandra Romanelli, che vibrano su altre frequenze, che guardano e capiscono istintivamente aspetti misteriosi che la maggior parte delle persone trova credibili solo nei film e nei romanzi di fantasia, non soffermandosi a pensare che potrebbero essere un’altra faccia della realtà. Sono rievocazioni di episodi di vita vissuta, il rapporto con la figlia adolescente, o con una cara amica che condivide lo stesso sguardo profondo sul mondo, il ricordo del profumo di una crema molto amata, capace di prendersi cura del suo corpo e di ispirare serenità al suo spirito. La seguiamo nel suo percorso, che segue tappe completamente diverse da quelle che potremmo aspettarci. Ogni tanto ci disorienta, ma la sua parlata pacata, colta e armoniosa, facile e piacevole al nostro udito interiore, ci riaccoglie con pazienza amorosa e ci prende di nuovo per mano, per offrirci tanto altro di sé. Non aspettatevi una trama da orologiaio svizzero, un elenco di spiegazioni a tutto tondo della vita e dei suoi misteri, una lista di elucubrazioni sui massimi sistemi. Sedetevi serenamente, ascoltate le sue parole, seguitela con fiducia, immergetevi nei suoi racconti e accettate tutto l’Amore che vi dà. Scrivendo questo libro, Sandra Romanelli vi fa il regalo più grande che un essere umano possa fare: vi mostra come si possa imparare ad amare se stessi, tra cadute, lacrime, arrabbiature, perplessità e gioia. Quando vi racconta gli episodi che hanno costruito la sua vita e la sua mente, in realtà sta raccontando anche quello che è sicuramente capitato anche a voi, in un piccolo dettaglio: uno sguardo di un amico, un soggiorno passato dai parenti, un oggetto diventato improvvisamente caro simbolo di uno stato d’animo o di una situazione. Vedere tutto questo tramite gli occhi di un’altra persona, completamente estranea al nostro cerchio di amicizie e frequentazioni strette, aiuta a comprendere, a rilassarsi e a respirare meglio…è quello che è capitato a me. Se desiderate trovare una chiave per il vostro percorso interiore, anche solo per accedervi e capire quanto avete di meraviglioso dentro, tuffatevi in questo libro, e leggetelo anche più di una volta. Assaporatelo piano, perché il gusto migliore è quello che si sprigiona nel tempo. Se volete fredde spiegazioni da saggio scientifico travestito da romanzo…cercate altro.


Loregasp

7 commenti:

  1. Penso sempre di più che parte essenziale di una buona lettura sia il lettore, tu, in questo caso. Spettacolare e mistico pensiero. Bravissima! Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando lo scrittore arriva così potente al cuore di chi lo legge, non si può restare indifferenti...è necessario farlo conoscere!

      Elimina
  2. Sorry ho visto hai due link - devi togliere quello vecchio cancellandolo - lo puoi fare solo tu a te appare il cestino accanto e devi aggiungere a questo post quello che hai indicato come nuovo il banner del link party con la frasetta con questo post partecipo al Link Party Summer Passion Blogger del Rifugio degli Elfi. Devi aggiungere a questo post scelto per partecipare al link party a fine post il banner e la frasetta, E poi cacelli primo link !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi cancellare il link che hai messo al N5 28 il primo che ora è sbagliato e lasciare il secondo modificando il fondo del post con banner e& C

      Elimina
  3. Ciao! Grazie per aver partecipato al linky party!
    Quando uno scrittore merita è giusto farlo arrivare alla gente..
    Baci. Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sì, e questa scrittrice ha davvero un universo di cose da offrire...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...