sabato 25 giugno 2016

Un libro, un piacere! Marco Coppo e i viaggi di tre Anime

LoreGasp

Ritardo, ritardo, e ritardo ancora! Ormai sembra essere diventata la parola dell’anno, altro che “consapevolezza”, “cambiamento”, come avevo indicato nel primo post dell’anno! :-D 
Tanti progetti si stanno intersecando, stanno nascendo, tanti libri arrivano in casa e colonizzano ogni spazio vuoto, e io finisco per scrivere quando riesco dell’ultima serata, in ordine di tempo, di Un libro, un piacere! Venerdì 17 giugno, presso Il Piacere di creare a Giaveno, abbiamo avuto il piacere di ricevere Marco Coppo, autore di un libro svelto e intenso come Tre anime viaggiatrici, Any, Mina, Bella.
Simona vi aveva già raccontato di questo libro, dall’argomento così insolito. 
Ora, con l’autore, abbiamo avuto modo di addentrarci meglio in una storia che può lasciare perplessi, ma risolvere molti dubbi, o gettare una luce nuova, a seconda della condizione in cui ci si trova.

Tre Anime giovani, Any, Mina e Bella, tre studentesse, si trovano insieme in una classe, con i loro Maestri, in un’altra dimensione, a discutere del loro…piano di studi. Queste Anime sono accomunate da una missione: sperimentare una serie di condizioni che permetterà loro di arrivare a imparare la lezione più importante e fondamentale di tutte, l’Amore. 

Per farlo, scelgono di lasciare la loro condizione di spirito per incarnarsi in un’aula bellissima, il nostro Pianeta Azzurro, e di vivere il numero di vite necessario per sperimentare e imparare lezioni importanti come il coraggio, il perdono, l’abnegazione, la compassione, scegliendo volutamente tutte le condizioni che possono agevolarle nell’apprendimento. 

E non si risparmiano: non c’è nulla di facile in quello che stabiliscono a priori, mettendosi d’accordo tra di loro. Sperimenteranno quanto è dura la condizione di una donna sottoposta ai pregiudizi e alla violenza maschili, oppure dei poveri oppressi da feudatari senza scrupoli, e quanto è difficile anche solo incontrarsi tra esponenti di razze diverse, come uomini bianchi colonizzatori e uomini “rossi” Apache nell’America della Nuova Frontiera.

Sono sette le avventure di queste Anime, prese a modello: ciascuna è una vita in cui si mettono alla prova per arrivare a capire e fare propria la materia che scelgono dal “piano di studi”, e non sempre è facile superare l’esame! Ci vogliono diverse vite, tante condizioni, tante ripetizioni, se il cuore è chiuso e non vuole aprirsi all’apprendimento. Tuttavia, l’Amore che portano dentro, che nell’incarnazione terrestre spesso viene sepolto sotto vernici anche soffocanti come il pregiudizio, l’orgoglio, l’ottusità e la violenza, riesce a guidarle sempre verso il loro obiettivo.

Marco Coppo
Mi incuriosiva questo romanzo di formazione di tre Anime. Soprattutto perché partivo dal presupposto che conoscessero già l’Amore, grazie alla loro condizione di puro spirito ed energia, per cui mi domandavo a che scopo sottoporsi ad esperienze anche gravi e pesanti per arrivare a impararlo. Quando l’ho chiesto all’autore, mi ha dato una risposta molto interessante e originale: “un pesce nasce e vive nell’acqua, da sempre. Non si chiederà mai cos’è l’acqua, dandola per scontata e già “appresa” finché ci vive dentro. Ma se viene tolto da lì, messo in altra condizione, vorrà ritornarci e sarà disposto a sperimentarsi in un cammino per capirla davvero”. Un punto di vista completamente diverso, vero? Una possibilità di respiro ampio, amplissimo.


E’ un libro confortante, e stimolante allo stesso tempo. Il linguaggio è semplice, così come le storie delle tre Anime, e come tutti gli scritti apparentemente disadorni, sono potentissimi. Il messaggio dentro queste parole è molto forte e sa farsi strada nei cuori che ascoltano, a dispetto delle menti sempre all’erta per etichettare, giudicare, scartare. Non pensate di avere tutte le risposte spiegate come in un infogramma, in questo libro. E’ necessario aprire il cuore e andare oltre le etichette e i pregiudizi, e soprattutto sperimentare in prima persona. L’essenziale è invisibile agli occhi, come disse il Piccolo Principe, e nessuno è ancora riuscito a contraddirlo su questo, almeno non in maniera convincente.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...