martedì 25 marzo 2014

L'Amanita#19 - Morte a Pemberley

Morte a Pemberley
P.D. James

Mi pareva di ricordare un piccolo dettaglio irrilevante: non mi piace lo stile della tipa.
Ma "Pemberley", come tutto ciò che è legato a zia Jane, è come "giardino": difficile resistere ad un titolo così. E poi mi pare fosse un regalo. Sì, va be', un regalo sollecitato; maalla domanda "quale libro posso regalarti per il compleanno?"... posso essere così cafona da rifiutare? Ed ancora più screanzata e buzzurra
da non rispondere ad una domanda tanto semplice e garbata? Non si fa!
Effettivamente ricordavo bene: frasi complicate e tortuosamente lunghe. Amo le frasi semplici.
La trama non è speciale, mi aspettavo "qualcosina in più", ma è un libro che potrei rileggere.
Ho ritrovato i personaggi di P&P e non mi hanno deluso, a parte il colonnello Fitzwilliam: il primogenito muore ed il simpatico cadetto si trasforma nel futuro conte di non ricordo più cosa borioso e
decisamente meno simpatico. Un giallo passabile, un "prolungamento" di Pride&Prejudice senza
picchi zuccherosi e qualche soddisfacente colpo di scena; finalmente scopriamo una possibile natura dei rapporti fra Mrs. Younge e Wickham, per esempio.

Peccato la vittima sia Denny e non Wickham, che "la fa franca" un'altra volta...

1 commento:

  1. Quando c'è di mezzo zia Jane, difficile restarne lontani. E' necessario scoprire, leggere, criticare, commentare, e quant'altro! E' un libro, questo, che mi incuriosisce parecchio, pur avendo avuto anch'io un assaggio poco gradito dello stile di P.D.James, molto pesante da trascinare.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...