martedì 11 marzo 2014

L'Amanita#15 - Il profumo del pane alla lavanda

Il profumo del pane alla lavanda
Sarah Addison Allen


Avvertenza per Loredana: è modello Harmony.
Il titolo originale “Garden Spells” :-D.
Alla fine è un “romance” ben confezionato, uno di quei libri da leggere tra un “Mondo senza fine” e “Il Signore degli Anelli”.
O nella sala d’attesa dello specialista di turno: mica posso portarmi Mondo senza fine alla ASL! Potrei usarlo contro i furbetti che cercano di barare con i numeri della fila o gli orari già stabiliti, col rischio perigliosissimo di danneggiare il libro. No, no, no, non oso pensarci.
Torniamo al nostro giardino; è un libro divertente che descrive la vita di una cittadina di provincia con tutte le sue piccole tresche ed un pizzico di magia.
Claire è una Waverley e come tutte le donne della sua famiglia conosce bene le magiche proprietà di frutti e fiori che crescono nel suo giardino.
E l’albero del suo giardino è un melo birbone che si diverte a fare piccoli scherzi.

Una protesta.

Gentili signore e signori della Sonzogno, affrettatevi a “far uscire” gli altri libri della signora Allen nell’edizione economica. Non ho intenzione di spendere più di 9 euro! E se mi risparmiaste la copertina rigida, sarei ancora più felice. Ed anche il mio fegato. 

5 commenti:

  1. Ecco una scrittrice che riesce a essere leggera senza cadere nella banalità! Oddio, magari non sarà originalissima, ma il realismo magico dei suoi romanzi talvolta fa davvero bene al cuore... bene davvero, non come una scorpacciata di gelato con topping extra zuccheroso che dopo un po' nausea. Fa bene come una tazza di tè caldo quando fuori piove e fa freddo, ecco. Scalda dentro e riconcilia col mondo.
    Dimenticavo... assolutamente d'accordo sul prezzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mi piace l'idea che riscaldi come un the caldo. Non ho ancora letto nulla di lei, ma rimedierò. Di sicuro, prima di morire, riuscirò a colmare qualche lacuna, no?
      O almeno, ci provo! :-D

      Elimina
  2. Azzeccato, Lettrice Irriverente!
    Proprio un bel paragone, la tazza di tea (approvo: nero, verde, semifermentato, bianco… tutti tranne il cosiddetto “tea rosso”, che manco appartiene alla famiglia).

    Loredana, se vuoi te lo presto...

    RispondiElimina
  3. l'ho letto qualche mese fa. ...intensamente romantico, secondo me
    buona settimana
    Simonetta

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...